Skip to content

Vita, morte e ''miracoli'' dell'Economia e del (sotto) Sviluppo in Campania-1860/2004

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 E' innegabile (fonti storiche e vestigia sono certificate e documentabili!) che quel territorio - che solo dai tempidel "risorgimento del Nord" è definito Mezzogiorno - sia stato una " macroregione" florida ed avanzata anche tecnologicamente, da tempi molto lontani (1130, se ci riferiamo all'epopea del grande Ruggero II) e fino all'affacciarsi del '900; secolo dal quale si pretenderebbe voler far partire la Storia d'Italia, che sia d'obbligo universalmente valida per tutti gli stati preunitari dal Nord al Sud della penisola, dimenticando che questi, ancor oggi identificano, per costumi e tradizioni, artigianato ed arte, prodotti D.O.C. e D.O.P., lingua e storia, le meravigliose ed indi-struttibili peculiarità e specificità di ognuno dei mille campanili della nostra variegata Nazione! Ci necessita, istituzionalmente, il requisito dell'onestà intellettuale per lo studio dei fenomeni del presente, possibile solo codificando e interpretando le funzioni sull'intera linea di traiettoria della freccia scoccata dal passato, come nel più razionale dei grafici dell'economia. Nel nostro caso meridiano, la traiettoria è più simile a quella disegnata da un sasso lanciato sulla superficie di un lago perché ne risulta un grafico di quelli detti a "cappello di Napoleone" che, solitamente, disegnano le fasi d'espansione, di boom e di decadimento di un'economia, di una civiltà. Senza animosità né rivendicazioni né sterili nostalgie ma in piena razionalità e verità occorre restituire alla Campania ed al Sud la sua Storia; le…RADICI!…per soprassedere, finalmente, ai logori e falsi luoghi comuni che indicano ancora "lombrosianamente" il Sud quale territorio popolato esclusivamente da "terroni", "malfattori" e "assistiti". Corre impellente l'esigenza di risvegliare nei meridionali la dignità della loro Storia - quella Veri-tà negata - perché la ignorano; fare in modo che questa Verità sia metabolizzata soprattutto dalla nuova generazione meridionale (la futura classe dirigente del Sud) magari inserendola senz'altro tabù e mistificazioni nei programmi scolastici degli istituti statali e privati d'ogni ordine e grado.Nella sua dotta recensione dell'opera "I Preziosi delle Due Sicilie" (presentata nel novembre 2003 presso la sede istituzionale del Parlamento Europeo in Bruxelles, durante il semestre di Presidenza Italiana, nell'ambito di un progetto culturale sulla meridionalità) l'illustre prof. Ezio Ghidini Citro, presidente del prestigioso Centro Studi di Arte e Cultura "Sebetia-ter" in Napoli, di tendenza murattiana e giacobina, quindi "non di parte", onestamente ritiene che "… La storia l'hanno scritta sempre i vincitori, ma non sempre hanno raccontato i fatti e le cose con obiettività e con realtà, spesso omettendo episodi o fatti che potevano creare dubbio d'ombre alla loro vittoria. E' sempre stato così, da quando è nato l'uomo. Noi italiani, siamo maestri nel creare eroi e mostri, nel manipolare la storia, i fatti e persino le ideologie politiche, ignorando od omettendo il percorso storico di un popolo. Una nazione come la Francia e la Gran Bretagna (con una tradizione nazionale di molti secoli) non ha mai ignorato la propria Storia, sia nel bene sia nel male - "Tutto ciò che ha segnato il cammino della nostra Patria: fatti, eventi, tragedie nazionali, va ricordato, perché appartiene alla nostra Storia e va rispettato, nell'interesse nazionale" - questo è quanto hanno detto e fatto i francesi e gli inglesi; gli italiani, no… anche perché la
Anteprima della tesi: Vita, morte e ''miracoli'' dell'Economia e del (sotto) Sviluppo in Campania-1860/2004, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Vita, morte e ''miracoli'' dell'Economia e del (sotto) Sviluppo in Campania-1860/2004

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marina Salvadore
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in approfondimento storico tesi della D.R.E. Campania ''L'economia e lo sviluppo in Campania nel 2003
Anno: 2004
Docente/Relatore: Marina Salvadore
Istituito da: per la P.A. Agenzia delle Entrate D.R.E. Campania
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 135

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

banche del sud
cassa del mezzogiorno
continentalizzazione e colonizzazione del sud
due sicilie
economia e sviluppo in campania
meridionalismo
mezzogiorno
primati borbonici
questione meridionale
risorgimento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi