Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'iniziativa comunitaria Leader plus: nuovi approcci di sviluppo rurale integrati e sostenibili. Misura 1.8 (P.O.R. Sardegna Ob. 1): formazione per la gestione delle risorse naturali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Parte I 1. Politica agricola e sviluppo rurale nell’Unione Europea Gli interventi nel settore agricolo e rurale da parte dell’U.E., fanno riferimento a due strumenti principali: - la Politica Agricola Comune, la quale è orientata prevalentemente a sostenere le politiche di mercato agricole attraverso la regolamentazione dei principali settori produttivi. (Organizzazioni Comuni di Mercato – OCM) - la politica Strutturale e di sviluppo rurale, la quale è indirizzata a favorire l’aggiustamento strutturale delle aziende agricole, nonché lo sviluppo dei territori rurali. L’argomento che intendo inizialmente affrontare si articolerà nell’ambito delle Politiche Strutturali e di sviluppo rurale che fanno parte della politica comunitaria dei Fondi Strutturali Comunitari. Il fine primo di questa politica, è la promozione e di conseguenza il rafforzamento della coesione economica e sociale fra gli Stati membri, in modo da ridurre il divario fra i livelli di sviluppo delle varie regioni europee. In merito al regolamento (CE) n° 1260/1999 del Consiglio, del 21 giugno 1999, recante disposizioni generali sui fondi strutturali [Gazzetta Ufficiale L. 161, 26.06.1999] e modificato dal regolamento (CE) n. 1447/2001 del Consiglio, del 28 giugno 2001, si prende atto dell’esistenza di divari socio–economici rilevanti tra certe regioni dell’Unione, elementi non sottovalutabili in quanto creano il rischio di pregiudicare la coesione dell’Unione Europea. La coesione economica e sociale è uno degli obiettivi prioritari dell’Europa Unita. Un’Europa coesa favorisce certamente uno sviluppo armonioso, equilibrato e duraturo delle attività economiche, la crescita dell’occupazione e la valorizzazione delle risorse umane, la tutela e il miglioramento dell’ambiente, l’eliminazione delle ineguaglianze e la promozione della parità tra uomini e donne. I Fondi strutturali e il Fondo di coesione sono quindi gli strumenti finanziari che la Commissione ha creato al fine di portare a termine l’impegno di coesione economica e

Anteprima della Tesi di Fabian Volti

Anteprima della tesi: L'iniziativa comunitaria Leader plus: nuovi approcci di sviluppo rurale integrati e sostenibili. Misura 1.8 (P.O.R. Sardegna Ob. 1): formazione per la gestione delle risorse naturali, Pagina 2

Tesi di Master

Autore: Fabian Volti Contatta »

Composta da 40 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1765 click dal 18/03/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.