Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I nuovi paradigmi della conoscenza psicologica nel pensiero di Fritjof Capra

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Dalle precedenti citazioni possiamo notare come il periodo della Rivoluzione scientifica è considerato tale per l’emergere di una vera e propria nuova mentalità. Allo stesso tempo, però, non dobbiamo dimenticare che: “I mutamenti che si verificarono in quel periodo della storia del pensiero non hanno, tuttavia, maggior importanza di quelli che si ebbero nella vita e nella società. […] Bacone aveva sempre messo in rilievo le immense possibilità pratiche della scienza, i vantaggi che, al di sopra d’ogni illusione, si possono ottenere attraverso il dominio della natura. […] Per duemila anni l’aspetto generale del mondo e le attività degli uomini avevano subito mutamenti sorprendentemente irrilevanti, l’orizzonte era sempre lo stesso, tanto che gli uomini non avevano coscienza né del procedere della storia né del progresso […]. […] Ora, invece, i mutamenti divennero così frequenti da essere percepiti ad occhio nudo; l’aspetto del mondo e le attività degli uomini si trasformarono nello spazio di un secolo più che non avessero fatto prima in mille anni.” 6 . Tutto ciò fa riflettere sulle similarità che esistono tra il periodo della Rivoluzione scientifica e quello che noi oggi stiamo vivendo. Difatti, ci è possibile rilevare: “un profondo squilibrio culturale, che è alle radici stesse della crisi corrente: uno squilibrio nei nostri pensieri e sentimenti, nei nostri valori e atteggiamenti, e nelle nostre strutture sociali e politiche. […] la conoscenza scientifica è spesso considerata l’unico tipo accettabile di conoscenza. […] Questo atteggiamento, noto come scientismo, è molto diffuso, e pervade il nostro sistema scolastico e tutte le altre istituzioni sociali e politiche.” 7 . L’irrigidimento del pensiero scientifico (cioè del nostro odierno modello di comprensione della realtà che ci circonda e non del metodo sperimentale) e i continui cambiamenti che possiamo notare nel nostro ambiente naturale e 6 Herbert Butterfield, op. citata, pag. 216 e pag. 218 7 Fritjof Capra, op. citata, pag. 36

Anteprima della Tesi di Salvatore Rotondi

Anteprima della tesi: I nuovi paradigmi della conoscenza psicologica nel pensiero di Fritjof Capra, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Salvatore Rotondi Contatta »

Composta da 462 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2430 click dal 08/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.