Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategia d'impresa e analisi di settore: il caso Michele Chiarlo S.r.l.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Capitolo 1. Il mercato del beverage 1.1. Definizione e tendenze Uno dei problemi maggiori, quando si affronta un’analisi di settore, è il tentativo di tracciare confini settoriali in grado di rispecchiare la complessa realtà economica. Ciò può portare a commettere due tipi di errore. Il primo consiste nella scelta di confini troppo ampi. In questo caso, la portata dell’oggetto d’analisi sminuisce il fine conoscitivo della trattazione privandola della capacità di focalizzare il punto centrale e, al contrario, accomunando anche elementi in realtà tra loro poco interrelati. Dall’altro lato, però, si può incorrere nel secondo errore, vale a dire quello di prendere in considerazione confini settoriali troppo ristretti, con ciò rinunciando a studiare in modo esaustivo tutte le possibili correlazioni tra il settore industriale e l’ambiente economico nel quale si trova. A tal proposito Richard Caves scrive che “ tracciare confini settoriali troppo ampi può comportare il rischio di riunire insieme produttori che sono alquanto insensibili a reciproche variazioni; d’altro lato, tracciarli troppo ristretti può comportare il rischio opposto di collocare in settori industriali separati imprese che in effetti sono particolarmente sensibili a reciproche influenze” 1 . Premesso questo, occorre domandarsi quale sia il grado d’ampiezza opportuno per lo svolgimento del presente lavoro e che cosa si intenda per settore industriale. Per quanto concerne la prima questione, prendere in considerazione esclusivamente il settore vitivinicolo, inteso come insieme dei produttori della bevanda vino, sarebbe troppo riduttivo 1 R. CAVES, Economia industriale, il Mulino, Bologna, 1970 pag. 17.

Anteprima della Tesi di Stefano Russo

Anteprima della tesi: Strategia d'impresa e analisi di settore: il caso Michele Chiarlo S.r.l., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Russo Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16964 click dal 08/03/2005.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.