Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione digitale dei diritti sulle proprietà intellettuali: la vendita di musica online

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 legge per lo stesso motivo per il quale si duplicavano gli album sulle musicassette 1 : praticamente impossibile costringere ogni singolo individuo a rispettarla. Tuttavia, nel solo 2004 sono state intraprese oltre settemila azioni legali contro chi abbia messo in condivisione illegalmente files su Internet (in Austria, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Italia, USA e Gran Bretagna). In molti paesi (ad es. in Danimarca, Germania, Austria) molti casi si sono chiusi con il pagamento di risarcimenti nell ordine delle migliaia di euro. Un rapporto di eBusiness denota come la pirateria musicale su Internet sia costata ai distributori di musica nel solo 2003 circa dieci miliardi di dollari. Gi oggi si stima che vi siano pi di cinquecentomila film in formato digitale scambiati su Internet in maniera illecita. Per poter sfruttare i vantaggi di questo scambio necessario proteggere i contenuti multimediali, pur assicurando la massima qualit e semplicit nella riproduzione. Il numero dei downloads illegali di gran lunga superiore a quello dei downloads a pagamento: mentre fra aprile e luglio 2004 questi ultimi si attestano su valori compresi fra 1’307 milioni (massima vetta aprile 2004) e 932’000 (luglio 2004), i file scaricati dalle reti P2P variano nello stesso periodo da 6,215 milioni (aprile 2004) a un massimo di 6,44 milioni al mese (luglio 2004). Ci nonostante, una ricerca della BPI, l associazione dell industria fonografica britannica, evidenzia come le vendite di singoli sulla rete in Inghilterra abbiano superato per volumi i singoli venduti attraverso i canali distributivi tradizionali nell ultimo mese; in particolare, nell ultima settimana di dicembre 2004 sono stati acquistati 312’000 brani musicali singoli, contro circa 282’000 dischi singoli comprati nei negozi. Questo sorpasso rappresenta un inversione di tendenza: l industria musicale ha sempre aggredito il peer-to-peer, asserendo che la disponibilit dei brani in rete senza controllo avrebbe ucciso il mercato dei singoli 2 . 1 Nondimeno, l industria cinematografica sopravvissuta all avvento delle videocassette. 2 Alcune analisi mostrano come in realt il download di musica da reti P2P causi perdite per al pi il 2% del fatturato derivante dalla vendita dei CD.

Anteprima della Tesi di Leonardo Scattola

Anteprima della tesi: Gestione digitale dei diritti sulle proprietà intellettuali: la vendita di musica online, Pagina 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Leonardo Scattola Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2450 click dal 09/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.