Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione digitale dei diritti sulle proprietà intellettuali: la vendita di musica online

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Per implementare una tecnologia DRM vi sono tre approcci diversi: ∞ assicurare la protezione tramite il controllo dell accesso ai contenuti: questo metodo punta ad eliminare la possibilit di effettuare copie non autorizzate dell opera, e di prevenire un uso non autorizzato delle propriet intellettuali; ∞ assicurare la protezione tramite il controllo dell utilizzo dei contenuti; in questo caso, anzich prevenire la copia illegale, si punta a rilevare le copie illegali, risalendo al responsabile al fine di punirlo tramite strumenti legali; ∞ utilizzare un mix delle due tecniche anche tramite meccanismi hardware. Per quanto riguarda la protezione del contenuto, vi sono due orientamenti diversi: il primo si basa sull impiego di strumenti legali, volti ad impedire la redistribuzione del contenuto e la circonvenzione dei meccanismi di protezione. Tali strumenti possono essere integrati con soluzioni tecniche, quali l inserimento di watermark, l utilizzo di tecniche steganografiche o l inserimento nel contenuto di informazioni sul copyright. Il secondo approccio volto al controllo dell utilizzo dell opera, ed implementato attraverso strumenti tecnologici, quali la cifratura del contenuto e l impiego di meccanismi di autenticazione dell utente. L intento di un sistema DRM basato sul controllo dell utilizzo tentare di rendere pi difficile, meno usabile o meno fedele la copia digitale di un contenuto. La copia pu essere resa pi difficile rendendo i dispositivi duplicatori pi costosi (come ad esempio i sistemi professionali per la duplicazione dei nastri DAT), o rendendo obbligatorio l uso di hardware addizionale (come gli stabilizzatori d immagine che rimuovano la protezione Macrovision). Questi strumenti per la copiatura possono essere intesi come dispositivi atti alla circonvenzione dei sistemi anticopia, e come tali essere illegali ai sensi delle normative. Il concetto chiave nel DRM l uso delle licenze digitali: anzich acquistare il contenuto, l utente acquista una licenza che gli conceda l utilizzo del contenuto stesso. Una licenza un file che specifica certe regole di utilizzo sul contenuto; tali regole sono definite da una serie di criteri, come ad esempio la frequenza di accesso, la data in cui queste regole scadono, la restrizione all accesso per certi dispositivi (ad esempio un palmare), la possibilit di effettuare copie dell archivio e cos via.

Anteprima della Tesi di Leonardo Scattola

Anteprima della tesi: Gestione digitale dei diritti sulle proprietà intellettuali: la vendita di musica online, Pagina 8

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Leonardo Scattola Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2450 click dal 09/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.