Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Relazioni pubbliche e vantaggio competitivo. I casi Diesel e Benetton

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 Le aree strategiche d’affari (ASA), secondo lato del triangolo, sono riferite sia ai settori industriali in cui l’azienda opera, che alla strategia competitiva adottata negli stessi. Il legame tra attrattività del settore e redditività aziendale è stato messo in evidenza dall’analisi di Porter 10 : è importante per il successo aziendale valutare quali sono i processi economici alla base dei settori in cui si sceglie di operare. In un’azienda diversificata occorre anche valutare l’interconnessione (relatedness) tra le diverse ASA per sfruttare l’opportunità di creare un rapporto sinergico tra i diversi settori, applicando strategie di carattere analogo, basate sullo sfruttamento di risorse che possono essere condivise tra i settori stessi. Struttura, sistemi e processi rappresentano il terzo lato del triangolo strategico, a carattere marcatamente organizzativo. L’implementazione efficace delle strategie aziendali, infatti, si fonda sulla capacità dell’organizzazione di mettere in atto le azioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi, sotto la guida della visione. La struttura indica la divisione dell’azienda in unità differenti e l’organizzazione formale in base alla quale vengono divisi i poteri nella gerarchia aziendale. I sistemi costituiscono l’insieme delle politiche formali e delle routine che guidano le scelte organizzative. I processi rappresentano gli elementi informali delle attività di un’azienda, come la rete di relazioni interpersonali che accompagnano il flusso del lavoro. La combinazione armonica di questi cinque elementi in un sistema integrato e coerente è, dunque, fondamentale per la scelta e la realizzazione di una strategia efficace, in grado di garantire il raggiungimento di un vantaggio competitivo. Tra i cinque aspetti descritti, due, in particolare, vengono considerati determinanti per la redditività aziendale: il settore industriale o ASA, che può essere più o meno redditizio, e le risorse e competenze dell’impresa, centrali nell’approccio strategico resource-based. È utile quindi analizzarli più nel dettaglio, tenendo tuttavia sempre presente il loro legame necessario con gli altri tre elementi del triangolo strategico. 10 Cfr. paragrafo 1.2.

Anteprima della Tesi di Laura Peron

Anteprima della tesi: Relazioni pubbliche e vantaggio competitivo. I casi Diesel e Benetton, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Peron Contatta »

Composta da 374 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10787 click dal 09/03/2005.

 

Consultata integralmente 41 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.