Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pragmatica linguistica. Austin e Grice

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I.L'azione del linguaggio 4 prometto di...È ; nel primo caso abbiamo la semplice descrizione di un’azione, quella del promettere, che può essere vera o falsa, nel secondo si ha l’esecuzione dell’azione stessa del promettere. “ L’opposizione semplice tra constatativo e performativo, (.....) fornisce una dicotomia soddisfacente per la riflessione: un kantiano vi ritrova facilmente la distinzione tra il teorico e il pratico che ispira le due Critiche. Questa dualità, che si esprime in differenti maniere (teoria e prassi, considerazione e azione, vedere, fare, ecc.), qui è fondata su una serie di criteri omogenei che abbiamo già menzionato : _ il constatativo può essere vero o falso ; il performativo va incontro ad infelicità o disgrazia a seconda che siano rispettate o no le regole convenzionali che ne costituiscono lo spazio di gioco ; _ nel constatativo il senso della proposizione non cambia con le persone (io, tu, egli mangia, corre, ecc.) ; nel performativo invece solo la prima persona del singolare dà al verbo la sua forza di performativo. La simmetria è dunque caratteristica del constatativo ; _ nel constatativo il dire è distinto dal fare e non cambia il suo oggetto ; nel performativo il dire è fare.” 3 Abbiamo illustrato in modo molto sintetico i principi che stanno alla base di questa differenza esposta da Austin, ma ne chiariremo più dettagliatamente ogni singolo elemento, in modo da evidenziare le particolari funzioni del performativo. Prima condizione per la buona riuscita dell’atto linguistico performativo, è che siano rispettate determinate convenzioni, senza le quali si potrebbe affermare che sia infelice. G J.Warnock, in un testo recente del 1973, riprende con chiarezza la formula performativa, affermando che “Dove esista una convenzione per cui fare (nel nostro 3 Ricoeur Paul. ,1977 , pag. 37 – 38

Anteprima della Tesi di Sabrina Titone

Anteprima della tesi: La pragmatica linguistica. Austin e Grice, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sabrina Titone Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 36958 click dal 11/03/2005.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.