Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Zelda Fitzgerald: La Revisione del Mito

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Eleonora Tedeschi, Zelda Fitzgerald: La Revisione del Mito 6 Non sorprende certamente la creazione di un mito intorno a un personaggio come quello di Zelda che univa creatività, intelligenza, bellezza, spirito ribelle e selvaggio e un particolare talento nel saper gestire la notorietà. Molta responsabilità per tutto ciò è certamente attribuibile a Zelda in prima persona; i suoi comportamenti irresponsabili e irrazionali servirono a quanti ne inventarono e reinventarono il mito e ne fecero, insieme a Scott, il simbolo degli Anni Venti. L’alcolismo di lui e la malattia di lei minarono il loro matrimonio. Zelda non fu più in grado di incarnare il ruolo affidatole da Scott, della moglie affascinante e della Flapper irriverente, non era più in grado di recitare la sua parte: divenne sempre più piena di risentimento e insicura, non sapeva più distinguere ciò che rappresentava da ciò che era in realtà. Cominciò a tradire una forte emotività e un’ansia persistente ma la devozione e la dipendenza dal marito la portarono, nonostante tutto a rimanere con lui. Anche Scott era turbato dagli stessi dubbi e si dibatté per anni tra amore, fedeltà e amarezza. A entrambi andavano ormai stretti i ruoli che essi stessi si erano assegnati ma non potevano più farne a meno. Per la leggenda, le crisi, i crolli psicologici, la “pazzia” di Zelda, hanno purtroppo, rivestito molta più importanza delle sue doti, dei suoi talenti artistici. Sally Cline rivaluta invece l’importanza dell’arte nella vita di Zelda, prestando attenzione al suo talento come scrittrice, ballerina, pittrice. Uno dei suoi temi più forti è il conflitto con Scott rispetto alla scrittura. Egli tagliò pesantemente le forme di espressione a disposizione di lei e le impedì di scrivere della loro vita e di danzare. Il romanzo di Zelda, Save Me the Waltz, fu scritto in appena quattro settimane, mentre Scott continuava a lottare per la stesura di Tender Is the Night per la quale impiegò ben nove anni. Non riuscendo ad accettare che qualcun altro, oltre a lui, potesse utilizzare la loro vita e le loro esperienze in comune come materiale letterario, chiese e ottenne che venissero apportate notevoli revisioni al manoscritto, mentre lui

Anteprima della Tesi di Eleonora Tedeschi

Anteprima della tesi: Zelda Fitzgerald: La Revisione del Mito, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Eleonora Tedeschi Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5082 click dal 05/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.