Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'aeroporto come luogo del consumo: il caso Fiumicino.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 I cambiamenti degli ultimi anni nel settore aeronautico 1 hanno comportato grandi mutamenti per le compagnie aeree: l’aumento del prezzo del carburante, l’incremento del costo del lavoro, la riduzione al minimo (in Europa) delle sovvenzioni statali e il rallentamento della crescita economica (soprattutto in Giappone e USA) hanno portato al fallimento di alcune grandi compagnie aeree storiche (basti pensare al caso Swissair). Questi eventi hanno ridefinito il settore aeroportuale: le Alleanze Globali già rappresentano una grande fetta del mercato 2 , lo sviluppo del traffico Low Cost ha cambiato lo scenario 3 , la nascita di numerosi altri vettori e l’enorme sviluppo del settore Cargo hanno inoltre contribuito ad accelerare il processo di mutamento nel settore in questione. Di conseguenza gli aeroporti si sono dovuti adeguare a queste metamorfosi e hanno sentito la necessità di gestire l’efficienza e la qualità del servizio in aeroporto, fornire servizi differenziati e incrementare la loro flessibilità. L’aeroporto si è in questo modo avvicinato pian piano alla sua nuova funzione: quella di luogo del consumo. L’aerostazione moderna viene oggi progettata per creare un ambiente stimolante per i passeggeri che si lasciano tentare da numerose vetrine, offerte, eventi e abbagliare da enormi immagini pubblicitarie. Luogo ormai pervaso dalla cultura del consumo, l’aerostazione ha assunto grande importanza negli ultimi anni, tanto da essere oramai considerato uno spazio a se stante, che rivaleggia con il centro delle città, dalle quali ha ereditato una moltitudine di attività e modi di vivere la socialità. Il terminal funge altresì da soglia verso un’esperienza nuova e diversa: ha il potere di immergerci in uno spettacolo composto dall’architettura scenografica dei luoghi e dall’esposizione delle lussuose merci, che allettano i nostri sensi. E’ la porta d’ingresso per il “diverso” e il “nuovo”. E’ un ambiente che ci fa viaggiare ancor prima di prendere l’aereo, che ci permette di 1 Mi riferisco alla liberalizzazione delle compagnie aeree, alla concorrenza sempre maggiore fra queste e alla loro forte segmentazione. 2 Star Alliance, Oneworld, SkyTeam e Wings rappresentano il 58,4% del mercato totale. 3 Nel 1995 solo Ryanair, Easyjet, Buzz e Go operavano 18 rotte in Europa, nel 2004 sono servite 705 rotte europee. Fonte: OAG Marzo 2004.

Anteprima della Tesi di Marta Sclafani

Anteprima della tesi: L'aeroporto come luogo del consumo: il caso Fiumicino., Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Relazioni Pubbliche e Pubblicità

Autore: Marta Sclafani Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5112 click dal 22/03/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.