Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'aeroporto come luogo del consumo: il caso Fiumicino.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 CAPITOLO 1 IL LUOGO DEL CONSUMO 1.1 Cos’è il luogo del consumo A partire dalla Rivoluzione Industriale della seconda metà dell’Ottocento, le merci si sono progressivamente “spettacolarizzate” 4 : hanno cioè amplificato la loro capacità di comunicazione e di sorpresa negli individui e, soprattutto, hanno usufruito delle possibilità offerte da particolari luoghi, che hanno funzionato da veri e propri palcoscenici. Pertanto, lo spettacolo offerto dalle merci è da tempo legato a particolari luoghi. Progressivamente questo fenomeno di “spettacolarizzazione” delle merci ha assunto dimensioni sempre più rilevanti, e oggi, nella vita quotidiana, trascorriamo gran parte del nostro tempo libero dentro spazi fortemente simbolici, che esercitano un ruolo fortemente spettacolare e comunicativo, studiati per contenere e stimolare le attività di acquisto dei beni: centri commerciali, ristoranti, alberghi, aeroporti, cinema multisala, parchi a tema, musei, università, ecc. Quando si visitano i luoghi del consumo ci si diverte, si sta bene, si è rilassati, ci si distrae, ci si concede una pausa nella ripetitività della vita quotidiana. Anche quando il motivo del loro affollamento è più serio (per lavoro, ragioni politiche e religiose), l’elemento della festa è quasi sempre presente. Questi luoghi e spazi sono percepiti come diversi da quelli quotidiani: risultano attraenti, spettacolari, magnetici. Spesso sono frequentati per stare insieme agli altri e avere delle esperienze estetiche, sensoriali e interessanti mentre si fa del turismo, ci si istruisce, si fa shopping, si consumano servizi, si guardano le vetrine, ecc. Si 4 Codeluppi V., Lo spettacolo della merce. I luoghi del consumo dai passages a Disney World, Bompiani, Milano, 2000.

Anteprima della Tesi di Marta Sclafani

Anteprima della tesi: L'aeroporto come luogo del consumo: il caso Fiumicino., Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Relazioni Pubbliche e Pubblicità

Autore: Marta Sclafani Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4852 click dal 22/03/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.