Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La prevenzione del crimine e la pubblica amministrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 seconda delle tipologie preventive sopraindicate (anche se non mancano riferimenti a progetti il cui obiettivo è principalmente il consolidamento della percezione di sicurezza dei cittadini), sottolineando l’importanza sia delle attività di sostegno (ri)educativo e psicologico offerto ai soggetti coinvolti in “comportamenti impropri”, che del rafforzamento e miglioramento della qualità dei servizi presenti e delle potenzialità socializzanti del territorio. Si è potuto costatare come la prevenzione della criminalità in ambito sociale sia applicata, quasi esclusivamente, in ambito minorile o adolescenziale, articolandosi su più livelli basati sulle caratteristiche dei destinatari, dei contenuti, delle finalità e delle aree d’intervento. Le argomentazioni più dettagliate riguarderanno proprio tale tipologia preventiva, la quale sarà oggetto sia di una breve storiografia per delinearne origine ed evoluzione, che di una sistematica presentazione dei principali modelli teorici e metodologici di riferimento. Per fornire una panoramica della situazione attuale nel nostro Paese del fenomeno della criminalità e della percezione di sicurezza dichiarata dai cittadini riporteremo i risultati delle indagini statistiche, forniti da vari Istituti ed organi statali, riguardanti gli ultimi anni e comparati con quelli diffusi dall’Eurostat e da altre fonti dell’Unione europea. Nella seconda parte dell’elaborato presenteremo gli esiti della ricerca effettuata nell’ambito delle attività svolte dall’amministrazione pubblica per intervenire direttamente sui fenomeni in esame. Verranno soprattutto evidenziate la crescente autonomia legislativa e influenza istituzionale degli Enti locali (Regioni, Comuni e servizi sociali delle singole municipalità) che nel corso degli ultimi decenni hanno portato ad un progressivo decentramento della politica sociale secondo il principio della sussidiarietà dell’intervento. In una fase successiva illustreremo i meccanismi e l’ammontare monetario dei finanziamenti che dai Ministeri vengono, sulla base di specifiche disposizioni di legge ed a seguito della presentazione di precisi progetti operativi rispondenti alle esigenze specifiche della realtà locale, trasferiti agli Enti dislocati sul territorio nazionale. A riguardo

Anteprima della Tesi di Paola Baroni

Anteprima della tesi: La prevenzione del crimine e la pubblica amministrazione, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Paola Baroni Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3460 click dal 14/03/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.