Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'art. 429, terzo comma, c.p.c. , nella legislazione e nella giurisprudenza più recenti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Non stupisce, pertanto, che la dottrina più propensa alle dogmatiche ed astratte decurtazioni de iure condendo, abbia sin da subito sollevato il dubbio sull’esatta natura processuale o sostanziale della norma. Nell’ottica di tale classificazione, è opinione ormai pacifica, in dottrina e in giurisprudenza, che la norma di cui all’art. 429, c. 3, abbia natura sostanziale 6 . A tale conclusione si giunge sulla scorta del rilievo che essa delinea una nozione composita della retribuzione, peraltro costituita da due elementi, uno dei quali contrattualmente statico-nominalistico (la retribuzione-base), e l’altro dinamico-funzionale (l’incremento indicizzato del credito base), attuato con il riferimento al sistema di scala mobile, inderogabilmente richiamato dalla norma di completamento dettata dall’art. 150 della disposizioni di attuazione del codice di rito, e tale da operare automaticamente per forza propria, al fine di salvaguardare la funzione alimentare 6 Secondo VALLEBONA, Istituzioni di diritto del lavoro II. Rapporto di lavoro,1999, la disciplina dell’ art. 429, c. 3 cod. proc. civ. è di natura non processuale, ma sostanziale di deroga, ora più limitata al diritto comune delle obbligazioni, con conseguente esclusione del principio di applicazione immediata proprio del diritto processuale; Corte Cost. 20 luglio 1990 n. 350, FI, 1991, I , 27; Corte Cost. 2 giugno 1994 n. 207, FI, 1994, I , 2034. E’ dubbio se il credito di lavoro sia divenuto, così, un credito di valore oppure sia rimasto un credito di valuta seppur indicizzato.

Anteprima della Tesi di Eugenio Pagano

Anteprima della tesi: L'art. 429, terzo comma, c.p.c. , nella legislazione e nella giurisprudenza più recenti, Pagina 9

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Eugenio Pagano Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5097 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.