Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Destini incrociati: Italo Calvino e gli scrittori americani postmodern

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 alla quale solo Barth, nel 1956, aveva già pubblicato il suo primo libro. E dunque quali sono le prime opere di Calvino tradotte in inglese ? Nel 1957 esce The Path to the Nest of Spiders, cui faranno seguito nel 1959 The Baron in the Trees e nel 1962 The Nonexistent Knight and the Cloven Viscount ; solo nel 1968 apparirà in inglese Cosmicomics, seguito l’anno dopo da T zero , e i lettori americani dovranno attendere il 1974 per gustare Invisibile Cities (forse il libro di Calvino più amato negli States, ed all’estero in generale), e il 1977 per The Castle of Crossed Destinies. Sull’altro versante, per contro, quando Calvino pubblica in volume Le Cosmicomiche,(1965), è già apparso V. di Pynchon (1963), ma è noto che Calvino lavorava alle sue Cosmicomiche già dalla fine del 1963, e ne pubblicò diverse su riviste nel 1964. Questi pochi esempi “anagrafici”, ci testimoniano di una storia degli interscambi letterari assai intricata, resa ancor più complessa dal problema della differenza cronologica tra la pubblicazione italiana delle opere di Calvino e la loro prima traduzione inglese.

Anteprima della Tesi di Andrea Luppi

Anteprima della tesi: Destini incrociati: Italo Calvino e gli scrittori americani postmodern, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Andrea Luppi Contatta »

Composta da 277 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4822 click dal 16/03/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.