Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Interazione uomo computer nello spazio virtuale tridimensionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3. Human Computer Interaction (HCI) 3.1 L’utente L’utente del computer, nell’accezione moderna del termine, è colui che usa la tecnologia come strumento di lavoro, di comunicazione, di intrattenimento; la tecnologia oggi giorno è un tramite per raggiungere obiettivi che non necessariamente hanno a che fare con l’informatica: scrivere una lettera, dialogare con un amico, giocare a un videogame. Prima dell’introduzione dei personal computer, la figura dell’utente dell’informatica (all’epoca dei grandi elaboratori) era radicalmente diversa da quella attuale, a tal punto che l’utilizzatore delle macchine informatiche non poteva nemmeno essere definito utente. Quando si pensa all’informatica si fa riferimento ai personal computer e, in maniera specifica, ai programmi che si è in grado di utilizzare, allo schermo grafico del PC e alle azioni che si compiono attraverso il mouse e la tastiera. E’ necessario attendere quindi fino agli anni ‘80 (nascita del Personal Computer con mouse e Interfaccia Grafica) per poter parlare di utente come lo si intende ai giorni nostri. Qui di seguito si ripercorrono le tappe fondamentali della storia dell’utente, utili per comprendere i tempi e le modalità con cui si afferma il concetto di interfaccia utente. 10

Anteprima della Tesi di Michele Martino

Anteprima della tesi: Interazione uomo computer nello spazio virtuale tridimensionale, Pagina 13

Laurea liv.I

Facoltà: Design e Arti

Autore: Michele Martino Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5699 click dal 24/03/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.