Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La rappresentazione della follia dal teatro alla comunicazione multimediale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 PREFAZIONE In questo lavoro ho deciso di descrivere come la follia è stata rappresentata nel teatro, nel cinema, in Internet - tre strumenti di comunicazione diversi - nei quali, per molti e nel tempo la follia è stata la protagonista. Non c’è una definizione univoca al termine follia. Il termine follia comunemente viene associato a quello di patologia, quindi come malattia mentale con disgregazione della personalità , che va dalle for- me meno gravi a quelle più serie, come la schizofrenia e la paranoia. Nel corso dei secoli, in molti hanno cercato di trovare un significato persona- le alla parola follia, associandola ai più svariati temi, come quello del genio umano che porta alle migliori creazioni e scoperte, quello della pazzia che conduce alla più bieca distruzione, quella della solitudine e della sofferenza. La follia, però, è sostanzialmente diversità e soprattutto paura della diversità. La diversità non è una qualità connaturata in certi individui; diversità è una nozione relativa e razionale: non si è intrinsecamente e costituzionalmente diversi, bensì si è diversi agli occhi degli altri (Kilani). Nel corso degli anni, il malato mentale è stato percepito soprattutto come un violento, giustificando il manicomio, come risposta della società razionale alla irrazionalità dell’individuo. Per questo motivo ho cercato di comprendere come la follia è stata rappre- sentata nel corso dei secoli nei tre mezzi di comunicazione per eccellenza. Questa tesi è strutturata in tre capitoli, più uno finale, dedicato a una breve conclusione.

Anteprima della Tesi di Chiara Della Cananea

Anteprima della tesi: La rappresentazione della follia dal teatro alla comunicazione multimediale, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Chiara Della Cananea Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8919 click dal 17/03/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.