Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Italia dei Porti: tra evento televisivo e marketing territoriale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

consente di stabilire quale dovrà essere la pianificazione di una strategia di intervento, indica la necessità di un esame finale della totalità dei dati ottenuti precedentemente. A tale scopo viene proposta come valido strumento di lavoro la cosiddetta Swot analysis, che riassume e classifica i pro e i contro principali secondo i quattro aspetti racchiusi nell’acronimo stesso (punti di forza, punti deboli, opportunità e rischi) e presenta risultati sotto forma di brevi descrizioni, da inserire possibilmente in una tabella riassuntiva. Parte minore ma non trascurabile assume una sezione che affronta il concetto di turismo sostenibile, ovvero ciò che oggi potremmo definire come nuova frontiera di un turismo di qualità. Il terzo capitolo si avvia verso il cuore di questo lavoro. E’ un focus su gli eventi: organizzazione, scelta della location, allestimento, grafica, promozione, budget e tipologie. Viene introdotto il concetto di multimedialità e l’evento multimediale come nuova spinta al comunicare oggi. Ne vengono proposti i mezzi e viene indicato L’Italia dei porti come evento non solo televisivo ma, come vedremo, anche multimediale ed, infine, territoriale. Esso, oltre a racchiudere in sé conferenze, convegni e una sorta di fiera in veste di villaggio con stand istituzionali e non, può essere identificato come un road show a metà tra la concezione americana e quella italiana. Si tratta di un evento-spettacolo con animazione ludica, sportiva e musicale secondo un format preconfezionato che viene, sì replicato di location in location diverse, ma ogni volta, mantenendo lo stesso filo conduttore, si adatta al luogo che lo ospita, secondo, quindi, il modello americano. Un punto sul quale vale la pena riflettere credo sia il fatto che, ancor prima di essere, per così dire, “multimediale”, un evento è, molto spesso, un evento “territoriale”. Da collocarsi in un luogo e in un tempo precisi, infatti, un evento si radica nel territorio, ne fa parte, scaturisce da esso e non ne può prescindere. Ciò comporta 13

Anteprima della Tesi di Paola Savona

Anteprima della tesi: L'Italia dei Porti: tra evento televisivo e marketing territoriale, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Paola Savona Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 880 click dal 04/09/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.