Teatro e Giuoco d'Azzardo a Milano nel Settecento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

testimonia la cospicuità degli introiti prodotti dai giuochi di piacere nell’economia generale dei teatri. Esaminando la documentazione, si desume che il 1° luglio 1788 tale Carlo Martelli propone un nuovo progetto per l’appalto dei due teatri di Milano, ma, a causa della proscrizione dei giuochi d’azzardo, inserisce, fra le altre condizioni, l’offerta di eseguire la strada postale di Mantova, proponendo uno sconto di cinquantamila Lire rispetto al contratto sottoscritto dalla Congregazione Municipale con i costruttori Fè e Nosetti - già noti quali edificatori del Teatro alla Scala.

Anteprima della Tesi di Simona Maria Frigerio

Anteprima della tesi: Teatro e Giuoco d'Azzardo a Milano nel Settecento, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Simona Maria Frigerio Contatta »

Composta da 236 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1589 click dal 01/04/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.