Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Rivolte di San Sebastiano: Proposta di recupero di un edificio sito nella Pigna di Sanremo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- Le Rivolte di San Sebastiano - - Premessa - 2 L’incontro con il gruppo di lavoro organizzatore del Campus, mi ha dato l’opportunità di scoprire la straordinaria importanza dell’operato dell’Ing. Sisto Mastrodicasa il quale, vero e proprio maestro e pioniere nel campo del consolidamento edilizio e nello studio della teoria della fatiscenza muraria, ha visto la continuazione della sua opera nel lavoro di divulgazione ed approfondimento dell’Ing. G.Tosti, il quale scrive: iii «I giovani laureati in medicina apprendono il “linguaggio” dei sintomi, perché possono contare sull’importantissima opportunità dell’esperienza in “corsia” dove per alcuni anni, quotidianamente, sperimentano le conoscenze teoriche acquisite nelle aule universitarie assistiti ed accompagnati dai loro stessi docenti. Non hanno la stessa fortuna i giovani laureati in ingegneria ed architettura, il cui ingresso nel mondo del lavoro è troppo spesso traumatico perché vissuto in totale solitudine. Ancora più preoccupante è, per il giovane tecnico inesperto, l’ingresso nello specifico campo della fatiscenza muraria perché in tale ambito alla mancanza di esperienza si aggiunge la carenza di preparazione scientifica, alla quale il sistema universitario non sembra voler dare risposta. I corsi di scienza e tecnica delle costruzioni sono quasi integralmente dedicati allo studio delle tipologie costruttive in calcestruzzo e in ferro. Solo in pochissimi casi sorgono corsi marginali dedicati allo studio dei materiali tradizionali. Indifferenza grave e inquietante, se si pensa che il nostro patrimonio edilizio (non solo quello di elevata valenza storico-monumentale) è realizzato prevalentemente in muratura ed è costantemente aggredito, danneggiato, distrutto. Tutto ciò nonostante gli studi, le ricerche, la codificazione scientifica che il Mastrodicasa, in settanta anni di duro lavoro, ha raccolto in uno straordinario trattato, consegnandolo agli uomini responsabili della nuova generazione con un accorato invito: iv “... E da augurarsi che gli studiosi e gli sperimentatori perseverino in queste ricerche. Perché le lesioni murarie, nelle loro multiformi manifestazioni deformative e fessurative. non sono altro che un silenzioso lamento delle strutture sopraffatte da eccessivi e sempre più gravi cimenti e una invocazione per sollecitare l’intervento del tecnico. E dunque necessario che di questo lamento e di questa invocazione il tecnico intenda il linguaggio traendone il significato dalle deformazioni e dalle fessurazioni, dalle manifestazioni esteriori cioè, annunciatrici dei dissesti...” »

Anteprima della Tesi di Luca Amatori

Anteprima della tesi: Le Rivolte di San Sebastiano: Proposta di recupero di un edificio sito nella Pigna di Sanremo, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luca Amatori Contatta »

Composta da 297 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2260 click dal 04/05/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile solo in CD-ROM.