Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Venticinque anni di riforme in Cina: vittorie e contraddizioni di una nuova potenza mondiale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Nel secondo capitolo, che ripercorrerà le tappe fondamentali degli anni ottanta, gli obbiettivi e la strada intrapresa si faranno più chiari, così come più chiare saranno le direttive, rafforzate ormai dai primi segnali di crescita che accrediteranno sempre più l’ala riformista. Punti fondamentali di questo periodo saranno il miglioramento senza precedenti delle condizioni dei contadini, l’arrivo delle riforme nelle zone urbane, l’implementazione di esperimenti, più o meno fortunati, il ruolo importantissimo svolto da Hong Kong, e il primo abbozzo del sistema verso il quale punterà la Cina negli anni a venire: l’Economia Socialista di Mercato. Il capitolo si chiuderà con un accenno alle tensioni della fine degli anni ottanta, provocate dal rallentamento della crescita, dal deterioramento delle condizioni nelle campagne, dall’aumento di corruzione e disoccupazione, dai tanti disagi che il passaggio da un’economia pianificata ad un’economia di libero mercato possono portare e, soprattutto, per le richieste d’aperture in direzione della democrazia, e che alla fine degli anni ottanta sfoceranno nelle manifestazioni studentesche di Piazza Tianan Men. Il terzo capitolo si apre all’indomani della strage di Tianan Men e tenta di analizzare la situazione in cui si sono trovati il paese e la sua leadership, ma soprattutto, le modalità che permisero al paese di uscire da una crisi che molti analisti occidentali del tempo descrissero come un passo indietro o addirittura come la dimostrazione che nulla era cambiato nell’Impero di Mezzo, destinato probabilmente ad una nuova svolta reazionaria. Gli anni novanta si riveleranno invece, come ormai viene ricordato nella storiografia, come il Decennio Glorioso, gli investimenti diretti esteri quadruplicheranno in pochi anni, facendo della Cina il primo paese ricevente tra i paesi in via di sviluppo ed il secondo al livello globale dietro solo agli Stati Uniti. Le esportazioni subiranno un’impennata impressionante, mentre la crescita economica si manterrà a due cifre per buona parte del decennio.

Anteprima della Tesi di Rosario Di Maggio

Anteprima della tesi: Venticinque anni di riforme in Cina: vittorie e contraddizioni di una nuova potenza mondiale, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Rosario Di Maggio Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5799 click dal 18/03/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.