Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Archeologia e futurologia: una lettura foucaultiana dell'opera di Philip K. Dick

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 la più ricca esperienza culturale cui l’attualità ha avuto la possibilità di attingere nell’era delle post-ideologie. In particolare la centralità che la riflessione estetica assume nel pensiero foucaultiano come matrice di analisi critiche e riflessioni provocatorie 1 verrà analizzata alla luce della metodologia e delle tematiche proposte dal filosofo in quest’ambito, in rapporto alle contemporanee riflessioni, culturalmente eccentriche, sviluppate da Dick attraverso la pratica di scrittura. L’analisi, che attraverso la critica del linguaggio letterario approderà alla ridefinizione del ruolo della letteratura nella cultura contemporanea, apre dunque una duplice prospettiva: da un ordine culturale di tipo sistematico-disciplinare a uno di ambiguo controllo, funzionale mistificazione; da una trasgressione “sporadica” e coerente a una pratica trasgressiva costante, come forma di resistenza globale allo stato di cose. La centralità del concetto di finzione, la necessità di rielaborare una nozione di soggetto che non implichi la statica localizzazione 2 dell’umanesimo, assurgono a indispensabili preliminari, per una consapevolezza che guarda al superamento come necessità culturale, ma soprattutto individuano un orizzonte di riferimento che coincide per entrambi gli autori, riguardo ai quali è dunque possibile argomentare una sovrapposizione tra il vecchio e il nuovo mondo — che proprio sull’estetica fonda i propri ordini di sapere e potere —. La ricostruzione di un ideale incontro fra Dick e Foucault parte quindi dalla riflessione estetica per articolarsi in un più ampio contesto interdisciplinare, che vede l’utilizzo degli strumenti critici proposti dal filosofo francese come una prospettiva di pensiero, all’interno della 1 Si veda: J.Revel, Foucault , le parole e i poteri, manifestolibri, Roma 1997, pp. 99-103 2 M.Foucault, Theatrum philosophicum, in “Critique”, Settembre 1970; trad.it. Theatrum philosophicum, in “aut-aut”, Gennaio-Febbraio 1997

Anteprima della Tesi di Rossella Morgante

Anteprima della tesi: Archeologia e futurologia: una lettura foucaultiana dell'opera di Philip K. Dick, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Filosofia

Autore: Rossella Morgante Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2392 click dal 18/03/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.