Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"History is merely another literary genre": Julian Barnes e l'"invenzione" della storia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Nel passo citato emerge un elemento per nulla trascurabile, fondamentale nel processo di interpretazione delle fonti che è, per il biografo, la fase successiva alla raccolta: la questione del gender, o del genere maschile o femminile intesi rispettivamente il primo come un privilegio, il secondo come un limite nell’esercizio dei diritti sociali e civili 21 . Louise Colet, donna e per giunta scrittrice, è consapevole della propria posizione di inferiorità e svantaggio rispetto a quella di un suo pari, ma di sesso maschile, e sa che la sua versione non verrà mai accolta da un pubblico che rappresenta la sua società, maschilista e razzista. L’interpretazione di una fonte può creare, dunque, a seconda dell’ideologia di chi si accosta ad essa, dei conflitti e delle inesattezze, se non, come nel caso presentato, delle ingiustizie. Paradossalmente, anche l’assoluta mancanza di fonti si rivela un fatto ambiguo e problematico, che genera opinioni ed interpretazioni spesso contrastanti: nel libro di Barnes, il fantomatico personaggio di cui nulla si conosce (fatta eccezione del nome e di una sua non provata frequentazione con Flaubert) è Juliet Herbert, cameriera inglese della di lui nipote. Nel capitolo 3, il più marcatamente incentrato sul problema del reperimento di documenti, il narratore afferma a questo proposito: “[…] we know nothing. Not a single letter to or from her has survived. We know almost nothing about her family. We do not even know what she looked like. […] Biographer disagree about Juliet Herbert. For some, the shortage of evidence indicates that she was of small significance in Flaubert’s life; others conclude from this absence precisely the opposite, […]. Hypothesis is spun directly from the temperament of the biographer”. 22 La mancanza di tracce è interpretata dai biografi in due modi diametralmente opposti: per alcuni è segno di una presenza di scarso peso nella vita dello scrittore, per altri indiscutibile prova della rilevanza della donna, la cui comparsa in veste di ipotetica fidanzata riaprirebbe la questione della vita amorosa di Flaubert, arricchendola di risvolti nuovi e inaspettati; per evitare ciò, si rende necessaria ai suoi contemporanei la cancellazione di tutti i segni della sua presenza. Proprio quest’ultima ipotesi è avvallata nel romanzo, che presenta un clamoroso caso di distruzione di documenti giustificata da un’implicazione di carattere etico: Ed Winterton, personaggio fittizio interessato ad una biografia di Edmund Gosse 23 , incontra Braithwaite a una fiera del libro e gli comunica di essere in possesso di materiale prezioso su Juliet Herbert. 21 Cfr. Nadel, Ira Bruce Biography: Fiction, Fact and Form London: MacMillan, 1984: 140-150. Si veda in particolare il riferimento all’apporto fondamentale di Virginia Woolf al genere della biografia. 22 Barnes, Flaubert’s Parrot, op. cit., 38 23 Edmund Gosse è indicato come uno dei più importanti biografi di fine Ottocento: in particolare il suo apporto è fondamentale nel costituire il tramite tra biografia vittoriana e moderna, poiché segna il cruciale passaggio dalla produzione monumentale a quella più breve e concisa: a questo proposito cfr. Nadel, op. cit., 46-47 e Gittings, op. cit., 38

Anteprima della Tesi di Chiara Bonotto

Anteprima della tesi: "History is merely another literary genre": Julian Barnes e l'"invenzione" della storia, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Chiara Bonotto Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1057 click dal 22/03/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.