Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il trattamento della malattia mentale. Il CSM di Rimini

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 non presentava più che un volto enigmatico. Ed il suo potere non era più di insegnamento ma di fascinazione”. 3 Le parole di Foucault mostrano il tipo di rappresentazione della follia diffusa nei primi secoli dell’anno mille che sarà poi codificata da geni visionari come Durer, Brughel, e Bosch. Proprio Bosch è l’autore di un quadro, la “Nave dei Folli”, attorno a cui Foucault fa ruotare la propria interpretazione dell’esperienza medioevale della follia. Nel dipinto di Bosch il folle è in tutto e per tutto stereotipo della sregolatezza e dell’insensatezza della condizione umana, reso protagonista di un viaggio insulso alla volta del Nulla, o forse del Tutto. La navigazione è simbolo dell’isolamento e della purificazione allo stesso tempo, simboli che derivano da antiche cabale che nel Medioevo accompagnavano costantemente l’immagine del folle. Nella rappresentazione del folle di Bosch, oltre al viaggio verso l’ignoto, si trova anche la tendenza a raffigurare animali fantastici ed il più delle volte mostruosi, uomini dai visi deformi e dagli arti mutilati, ed una serie di altre visioni sconcertanti in cui sono sfogate le paure inconsce della società a lui contemporanea. Il folle è anche visto come il possessore di un sapere oscuro e proibito, capace di vedere realtà superiori che nascondono segreti misteriosi o rivelazioni misteriose. Nel Rinascimento italiano prevale una spiegazione religiosa della follia, sentita come possessione demoniaca, segno della maledizione e del peccato, la cui purificazione richiede sempre più spesso il ricorso a pratiche di tortura e al rogo. All’idea di follia comincia ad affiancarsi quella di pericolosità, che permette di trovare un capro espiatorio per le numerose calamità che 3 Ibidem, cit. p. 32

Anteprima della Tesi di Maura Gobbi

Anteprima della tesi: Il trattamento della malattia mentale. Il CSM di Rimini, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Maura Gobbi Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 20328 click dal 31/03/2005.

 

Consultata integralmente 40 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.