Skip to content

Gli uomini... il secondo sesso? Considerazioni mascoliniste sulla condizione dell'uomo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Potrebbe voler dire che c’è un qualcosa di quasi universale nell’agire umano che richie- de una sorta di riconoscimento. Però forse è più giusto parlare di ubiquità del termine, piuttosto che di universalità. L’archetipo della virilità del Nord Europa, dimostra come in questo concetto vi sia una intensa ricerca di avventura, esempio ne è l’opera di Wagner Il Cavaliere Tannhäu- ser. La leggenda, narra la storia di Tannhäuser, appunto, al quale fu concesso di vivere in- sieme a Venere nella montagna Venesberg. Ogni suo desiderio, veniva immediatamente esaudito dalla dea o dalle Naiadi o dalle Sirene. Questa specie di paradiso terrestre, pe- rò, mette in crisi il cavaliere, che si sentiva prigioniero di questa passività. Dopo molte esitazioni, l’eroe rinuncia ai molli piaceri offertigli dalla dea e torna ad affrontare il mondo con i suoi pericoli, ruolo questo più adatto ad un uomo. Anche in Oriente, c’è particolare attenzione per quanto riguarda la virilità. In Ci- na, gli uomini veri, non chiedono mai aiuto, neanche quando stanno male, per evitare qualsiasi forma di dipendenza. I comportamenti maschili di questa popolazione, sono molto aggressivi (soprattutto al nord) forse per le tradizioni guerriere. I valori e codici maschili, sono improntati sul coraggio e successo, riassunti sotto un’unica parola izzat, parola araba e persiana che significa con onore. L’onore è quindi la preoccupazione più importante 3 . In India, l’opinione pubblica e le complesse regole induiste, hanno grande rilevanza. Agli uomini, è chiesto di abbandonare ogni debolezza e sentimento, fatta eccezione per la generosità, requisito molto importante. Nella religione indù, il fallo, chiamato lingam, è riconosciuto come immagine del dio Shiva 4 . Daniélon, definisce questo simbolo “l’organo misterioso attraverso il quale il principio creativo viene rappresentato visi- vamente…racchiude l’intero patrimonio ancestrale e razziale e le caratteristiche gene- tiche del futuro essere umano…” 5 . Nonostante questo concetto di mascolinità, la cultura mitologica indiana, è piena di fi- gure androgine e, infatti, la cosmologia induista ha un’essenza profondamente femmini- le. Questo, potrebbe dimostrare un’identità sessuale non ancora risolta negli uomini in- diani e la tendenza ad avere un forte attaccamento alla figura materna. Esiste un'inver- 3 D.D. Gilmore, “La genesi del maschile. Modelli culturali di virilità”. La Nuova Italia, Firenze 1993 4 Ibidem 5 A. Daniélon, “Shiva e Dioniso”. Astrolabio, Roma 11
Anteprima della tesi: Gli uomini... il secondo sesso? Considerazioni mascoliniste sulla condizione dell'uomo, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Gli uomini... il secondo sesso? Considerazioni mascoliniste sulla condizione dell'uomo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rita Lemmo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Ivana Padoan
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 152

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

donna uomo
farrell
guerriere in gonnella
istinto fallico
istinto uterino
macismo
maschio
mascolinismo
myron brenton
pari opportunità
secondo sesso
sessismo
sessista
sessisti
sesso forte
uomo donna
vulnerabilità donna
vulnerabilità uomo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi