Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La società europea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 reciproco riconoscimento delle società e persone giuridiche, in forza del quale per società devono intendersi le persone giuridiche di diritto pubblico e privato che, a titolo principale o accessorio, hanno per oggetto l’esercizio di un’attività economica che normalmente si esplica dietro remunerazione o che, senza violare la legge in conformità della quale sono costituite, esercitano di fatto ed in modo continuo una tale attività. La faticosa elaborazione della Convenzione di Bruxelles, soprattutto alla luce della riserva di cui all’art. 4, che consente agli Stati contraenti di applicare le proprie norme alle società costituite in altri Stati contraenti, ma aventi la sede sul proprio territorio, spiega il rifiuto olandese di ratificare la convenzione 21 . Nonostante tale convenzione non sia stata appunto ratificata dai Paesi Bassi, ciò non impedisce che essa possa rivestire una qualche utilità in quanto oggetto e strumento di interpretazione del Trattato di Roma. La Corte di Giustizia ha ritenuto infatti che, anche se la Convenzione non è uno strumento tipicamente comunitario, la stessa deve essere interpretata con riguardo agli obiettivi e al sistema della Comunità, oltre che ai principi desumibili dal complesso degli ordinamenti giuridici nazionali 22 , dal momento che tutti gli atti preparatori della convenzione di Bruxelles richiamata si sono svolti sotto il controllo della Commissione. 21 E’ evidente che la riserva di cui all’art. 4 mette in gioco lo stesso principio del riconoscimento, facendolo dipendere dalla conformità della società costituita all’estero alle esigenze normative del Paese dove la società ha la sede sociale, capovolgendo in altri termini il contenuto dell’art. 48 CE. 22 Corte giust. CE, 14 ottobre 1976, causa 29/76, LTU Luftansportunternehmen GmbH & Co.KG. c. Eurocontrol, in Racc., p. 1541.

Anteprima della Tesi di Andrea Litti

Anteprima della tesi: La società europea, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Andrea Litti Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4926 click dal 23/03/2005.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.