Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pubblicità sociale: WWF e il caso DETOX

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

soltanto dall’inalazione o contatto ripetuto con tali elementi. Penso che le persone abbiano di certo il diritto di sapere quello che respirano, quello che mangiano, quello che giornalmente toccano e calpestano anche dentro i più comuni ambienti domestici (bagno, camera da letto, cucina, ma anche giocattoli, accessori per la casa). Per tutte queste ragioni ritengo che l’organizzazione internazionale del WWF abbia con questa campagna centrato un argomento vitale, certamente di non semplice “assorbimento”, ma non per questo meno importante. La maggior parte di “noi” cittadini con probabilità non è pronta a rendersi conto di quello che realmente sta diventando il nostro pianeta, ed il più delle volte preferisce demandare l’oneroso compito di provvedere a queste mancanze ad altri enti o istituzioni (ovviamente no profit). Detox, iniziativa partita dallo staff inglese, è finalmente arrivata anche in Italia. Ho ritenuto importante anche menzionare tutti i protagonisti principali di questa battaglia, affrontata come sempre con serenità e mai con sfrontato allarmismo. - 2 -

Anteprima della Tesi di Federico Bigiarini

Anteprima della tesi: La pubblicità sociale: WWF e il caso DETOX, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federico Bigiarini Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3934 click dal 24/03/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.