Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

A onor del vero. Pitigrilli: scrittore anti sublime. Viaggio nella vita e nelle opere di un autore controverso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 l’immoralità dei costumi, le indecenze, ma soprattutto contro la diffusione della stampa «cattiva», che sembra identificarsi con quella verista, altrimenti detta «immorale» […] La «buona stampa» incoraggiava infine anche l’attività delatoria del cattolico presso la pubblica autorità, affinché fossero denunciate le eventuali trasgressioni contro le leggi per la pubblica moralità 6 . Per aiutare la società civile nel compito, sorsero numerose leghe per la difesa della moralità che facevano capo ai gruppi popolari; e fu proprio grazie all’iniziativa di una di queste leghe che Pitigrilli subì un processo per oltraggio al pudore, nel 1925. Ed è proprio sul tema della moralità, della censura e dell’educazione delle masse che il regime e la Chiesa strinsero un duraturo sodalizio, benché non privo di contrasti. Non poté che essere così, visto che le gerarchie ecclesiastiche erano interessate ad esaltare l’ordine e la moralità, l’autorità e a bandire dalle scene i conflitti e le tensioni sociali, e [siffatti criteri] venivano a congiungersi con le analoghe direttive del regime rivolte ad abolire nel cinema, nella stampa, nel teatro, notizie riguardanti cronaca nera, suicidi, fatti immorali, delitti passionali: in definitiva tutto ciò che potesse compromettere il quadro di una società ideale 7 . Non era raro poi che fossero le stesse organizzazioni cattoliche a reclamare un più severo comportamento da parte del governo fascista in materia di opere immorali 8 . La Chiesa, per di più, fu anche molto attiva nel vigilare su come il regime operava la censura in materia teatrale e cinematografica, tanto che Leopoldo Zurlo (nominato censore responsabile per il teatro da Bottai) ricorda gli interventi di prelati e la pressione della compagnia dei Gesuiti per emendare alcuni testi ritenuti immorali: e del resto, rileggendo oggi i 6 Ibidem, p. 367. 7 Ibidem, p. 370. 8 Ibidem.

Anteprima della Tesi di Mattia Bernardo Bagnoli

Anteprima della tesi: A onor del vero. Pitigrilli: scrittore anti sublime. Viaggio nella vita e nelle opere di un autore controverso, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Mattia Bernardo Bagnoli Contatta »

Composta da 299 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2324 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.