Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La costruzione di un contesto di collaborazione valutativa nei colloqui di idoneità all'adozione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Bisogna attendere il 18 gennaio 1792 per rinvenire nella Francia post- rivoluzionaria il decreto di Delive de Saint-Mars (poco più tardi recepito dal Code Napoléon), in cui l’adozione viene definita come “l’espressione di solidarietà verso i più deboli e lo strumento di lotta contro la potenza dei casati autoritari” 1 . La nuova disciplina positiva viene sostanzialmente recepita nel Code Napoléon del 1804, a cui, tra l’altro, anche in tema di adozione, si sono ispirate le successive codificazioni dell’Europa continentale, tra le quali il Codice Civile italiano del 1865. 1 Camiolo M., L’adozione nella storia, in Famiglia oggi, n.3/1999.

Anteprima della Tesi di Chiara Borghi

Anteprima della tesi: La costruzione di un contesto di collaborazione valutativa nei colloqui di idoneità all'adozione, Pagina 4

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Chiara Borghi Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2465 click dal 29/03/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.