Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sintesi e Caratterizzazione Mediante Diffrattometria a Raggi X su Polveri Cristalline a Temperatura Variabile di Nuovi Materiali Liquido-Cristallini

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 La mesofase smettica è più ordinata rispetto a quella nematica-calamitica e inoltre, mentre esiste una sola fase nematica-calamitica, la fase smettica presenta polimorfismo; la natura lamellare della fase smettica permette varie combinazioni di correlazioni molecolari sia all’interno degli strati che fra gli strati, ognuna delle quali costituisce un differente tipo di mesofase smettica. Ad esempio, mentre le molecole che costituiscono la fase smettica A sono allineate parallelamente alla normale allo strato e non presentano ordine posizionale all’interno degli strati ( Fig. II.7a ), la fase smettica C ( Fig. II.7b ) è costituita da molecole piegate, e con ordine posizionale all’interno degli strati. Al variare sia dell’ordine orientazionale che posizionale, si passa da fasi smettiche classiche a fasi smettiche talmente ordinate da essere definite fasi smettiche cristalline ( Fig. I.8 ) [3]. n Molecole chirali Disposizione di un nematico calamitico Fig. I.5 Nematico colesterico Fig. I.6 a b Fig II.7

Anteprima della Tesi di Tony Chiappetta

Anteprima della tesi: Sintesi e Caratterizzazione Mediante Diffrattometria a Raggi X su Polveri Cristalline a Temperatura Variabile di Nuovi Materiali Liquido-Cristallini, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Tony Chiappetta Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2985 click dal 01/04/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.