Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un telecomando per governare il territorio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Istituzioni e tecnologia: un accostamento possibile 13 ha per oggetto gli affari d’interesse generale, quelli che in inglese vengono definiti public affairs, […] deriva dagli oggetti ai quali si applica e non dai soggetti che la praticano 1 ». Gli «affari d’interesse generale» sono quelli che riguardano l’intera comunità e che producono effetti, innanzitutto sulle interazioni tra i diversi sottosistemi sociali nei quali essa si articola, quindi sulle sfere private della vita dei singoli. La comunicazione pubblica include allora la comunicazione degli enti governativi, delle diverse articolazioni dello stato, delle istituzioni complesse, pubbliche, private e semi pubbliche, finalizzate in maniera sistematica ad uno scopo e che agiscono in un campo di pertinenza che non è quello del profitto o degli interessi esclusivamente privati, bensì quello delle funzioni socialmente rilevanti. La comunicazione pubblica comprende l'ambito degli atti normativi e delle iniziative atte a favorire il rapporto tra cittadini ed istituzioni, nonché la promozione delle iniziative e dei servizi offerti 2 . 1 Mancini P., Manuale di comunicazione pubblica, Bari, Laterza, 1996, p. X. 2 Cfr. Gallino L., Dizionario di Sociologia, UTET, 1993.

Anteprima della Tesi di Cristina Scateni

Anteprima della tesi: Un telecomando per governare il territorio, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cristina Scateni Contatta »

Composta da 264 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1422 click dal 30/03/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.