Il teatro dell'antica Roma alle origini del teatro moderno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 fuerat, inter alia caelestis irae placamina instituti dicuntur" 1 , questa la testimonianza di Livio, di diverso avviso Macrobio :"Nostris quoque continetur annalibus similis eiusdem dei praesentiae maiestas. Nam cum ludi Romae Apollini celebrarentur ex vaticinio Marcii vatis carmineque sibyllino, repentino hostis adventu plebs ad arma excitata occurrit hosti, eoque tempore nubes sagittarum in adversos visa ferri et hostem fugavit et victores Romanos ad spectacula dei sospitalis reduxit. Hinc intellegitur proelii causa non pestilentiae, sicut quidem aestimant, ludos institutos" 2 . 1 Tito Livio, Ab urbe condita, VII,2,4 "L'epidemia continuò nel nuovo anno e nel seguente, durante il consolato di C,Sulpicio Petico e C.Licinio Stolone. Perciò non si ha nulla da notare se non il lettisternio - il terzo dopo la fondazione di Roma - compiuto per invocare pace dagli dei; ma non giovando ad alleviare la violenza del morbo nè gli accorgimenti umani nè l'aiuto celeste, la superstizione prese il sopravvento negli animi e, a quanto si dice, vennero istituiti, tra gli altri mezzi per placare la collera degli dei, anche spettacoli scenici, cosa nuova per quel popolo bellicoso che fino allora non ne aveva altri se non quelli del circo". 2 Macrobio, Saturnalia,I,17,25 "Anche nella nostra storia si trova menzionato un caso analogo di intervento dello stesso dio. Mentre a Roma si celebravano i giochi in onore di Apollo, secondo il vaticinio dell'indovino Marcio e la profezia della Sibilla, la plebe fu chiamata alle armi per un improvviso attacco nemico e corse incontro agli assalitori: in quel momento si vide muoversi contro gli avversari una nuvola di frecce che mise in fuga il nemico e permise ai romani vincitori di tornare agli spettacoli del dio salvatore. Di qui si capisce che i giochi furono istituiti in seguito ad una battaglia e non a una pestilenza, come ritengono alcuni".

Anteprima della Tesi di Fabio Cassarà

Anteprima della tesi: Il teatro dell'antica Roma alle origini del teatro moderno, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Fabio Cassarà Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8368 click dal 30/03/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.