Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetti dell'ozono atmosferico sulle piante officinali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

XII Tale fenomeno osservato per la prima volta nelle conurbazioni belghe consiste nel netto aumento dei livelli di ozono durante il week–end, dovuto alla riduzione della circolazione automobilistica, che favorisce l’abbassamento dei livelli di monossido d’azoto di circa il 30% rispetto ai giorni feriali. Analogamente, Novak (2000) ha osservato che, nelle città, il rilascio di monossido d’azoto causato dal traffico, più copioso durante il primo pomeriggio, porta in queste ore ad una netta diminuizione dei tassi di ozono. I dintorni rurali si discostano da questo tipo di andamento perché sono caratterizzate da un rilascio di NO nettamente minore (il traffico in questi siti è molto limitato) , cosicché i livelli di ozono rimangono alti durante tutto il pomeriggio e la sera.

Anteprima della Tesi di Sara Di Criscienzo

Anteprima della tesi: Effetti dell'ozono atmosferico sulle piante officinali, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Farmacia

Autore: Sara Di Criscienzo Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2357 click dal 31/03/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.