Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I germi della realtà: il cinema di Lars von Trier

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 immagini decadenti, infernali e solitarie, di soldati tedeschi che rantolano a terra, che attendono, che si suicidano e che cercano aiuto, richiama un significato altro, ogni immagine è un simbolo. In Menthe, i titoli iniziali compaiono durante una carrellata molto lenta sul corpo di una donna. Per far sì che questo movimento fosse perfetto, von Trier costruì personalmente un supporto in acciaio dove fissare la macchina da presa e farla procedere con estrema lentezza, centimetro per centimetro. “Uno scienziato non si lancia in un lavoro senza sapere dove va, non più di un cineasta. Se sceglie di osservare lo spazio, suppone certamente che potrà scoprire delle stelle o dei pianeti. Uno sperimento scientifico serve spesso a confermare una teoria. Agisco alla stessa maniera, mi lascio guidare dalla mia immaginazione e dal mio lasciarmi affascinare dalle cose” 6 . L’aspetto che caratterizza di più questa sua prima fase è che la macchina da presa si muove nello spazio, a 6 Lars von Trier, Il cinema come dogma, conversazioni con Stig Bjorkman., cit. ,p. 9.

Anteprima della Tesi di Francesca Coticoni

Anteprima della tesi: I germi della realtà: il cinema di Lars von Trier, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesca Coticoni Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6637 click dal 11/04/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.