Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il commercio equo e solidale: una prassi pedagogico-sociale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 per una regolazione del sistema economico in termini etici (capitolo secondo). Ho così potuto anticipare il tema sviluppato nella sezione successiva relativo alla genesi e allo sviluppo del Commercio Equo e Solidale. Intenzionalmente, non ho voluto limitarmi ad un inquadramento storico del fenomeno, ma ho preferito presentare alcuni aspetti concreti di prassi solidale: le modalità di contatto delle Centrali con i produttori dei Paesi importatori, l’analisi e la certificazione della qualità dei vari prodotti, la presentazione di esperienze significative di due operatori della Centrale ferrarese “Commercio Alternativo” (capitolo terzo). Nel quarto capitolo, che conclude la prima parte del mio lavoro, dopo aver esaminato alcuni fondamenti e coordinate del Commercio Equo e Solidale, mi sono soffermata sull’importanza del ruolo della “ cultura del consumo” nell’ambito del nostro contesto sociale. Queste riflessioni di carattere introduttivo mi hanno consentito di presentare la relazione tra Commercio Equo e “pedagogia del consumo critico”. A tale proposito, ho ritenuto importante sottolineare il valore della scuola come veicolo di formazione e diffusione dei principi equo-solidali, auspicando un suo futuro ruolo di “palestra” di consumatori responsabili. La seconda parte della tesi è costituita da un mio lavoro di approfondimento sulla genesi e diffusione del Commercio Equo e Solidale nel territorio di Rovigo. Nel quinto capitolo, che apre questa sezione, ho presentato la “Fionda di Davide”, associazione che si è fatta interprete dei principi equo-solidali nella mia città, che ne ha contribuito alla conoscenza e diffusione realizzando una buona sinergia con il territorio. Alla storia del movimento ho fatto seguire l’illustrazione di alcuni progetti di formazione proposti e realizzati inizialmente per studenti e docenti delle scuole superiori e successivamente estesi a varie tipologie di utenti del territorio come “Scuola di Quartiere”.

Anteprima della Tesi di Laura Vernizzi

Anteprima della tesi: Il commercio equo e solidale: una prassi pedagogico-sociale, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Vernizzi Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2787 click dal 31/03/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.