Il potere regolamentare delle autorità indipendenti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 dell'ordinamento costituzionale attuale risulta in modo inequivocabile, secondo questa opinione, che i regolamenti, in quanto atti creativi di diritto, devono in ogni caso essere autorizzati dalla legge in via specifica e che il fondamento dell'unità giuridica e politica sta nel processo di integrazione che si realizza nella legge. La potestà regolamentare dell'esecutivo non potrà che assumere un ruolo secondario, anche in senso sostanziale, e non autosufficiente rispetto alla fonte parlamentare, manifestandosi in atti che nei casi e nei limiti stabiliti dalla legge potranno al più rappresentare la prosecuzione di tale processo di integrazione 14 . Altri Autori 15 ritengono che sia inammissibile affidare all'esecutivo con legge ordinaria la potestà normativa generale di disciplinare liberamente o autonomamente tutti 14 G. ZAGREBELSKY, op. cit., p. 51 15 A. CERVATI, op. cit., p. 227

Anteprima della Tesi di Raffaele Errico

Anteprima della tesi: Il potere regolamentare delle autorità indipendenti, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Raffaele Errico Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5392 click dal 01/04/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.