Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il potere regolamentare delle autorità indipendenti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 dell'ordinamento costituzionale attuale risulta in modo inequivocabile, secondo questa opinione, che i regolamenti, in quanto atti creativi di diritto, devono in ogni caso essere autorizzati dalla legge in via specifica e che il fondamento dell'unità giuridica e politica sta nel processo di integrazione che si realizza nella legge. La potestà regolamentare dell'esecutivo non potrà che assumere un ruolo secondario, anche in senso sostanziale, e non autosufficiente rispetto alla fonte parlamentare, manifestandosi in atti che nei casi e nei limiti stabiliti dalla legge potranno al più rappresentare la prosecuzione di tale processo di integrazione 14 . Altri Autori 15 ritengono che sia inammissibile affidare all'esecutivo con legge ordinaria la potestà normativa generale di disciplinare liberamente o autonomamente tutti 14 G. ZAGREBELSKY, op. cit., p. 51 15 A. CERVATI, op. cit., p. 227

Anteprima della Tesi di Raffaele Errico

Anteprima della tesi: Il potere regolamentare delle autorità indipendenti, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Raffaele Errico Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5390 click dal 01/04/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.