Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La videoscrittura: riflessione sulla lingua e produzione del testo.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6gestione del sapere. Capacità di organizzazione e trasformazione delle conoscenze sono tappe fondamentali nel percorso educativo di ogni studente. Non ci si deve però soffermare all’idea che il computer sia uno strumento talmente strutturato da non permettere di andare oltre agli usi “standard”, alle modalità d’uso determinate. Quando si familiarizza con le tecnologie, ci si rende conto della flessibilità d’uso di questi strumenti e viene “quasi” spontaneo uscire dagli schemi e pensare a nuovi usi degli strumenti stessi, che diventano nuove modalità di apprendimento. Si avvia perciò un cambiamento a vari livelli: il primo sicuramente a livello curricolare, tale da rendere possibile una metodologia di lavoro che non rimane strettamente legata alle discipline, ma fa sì che determinate impostazioni rigorosamente legate ad una disciplina diventino patrimonio comune, trasferibili ad esempio, ad un’altra area. Ecco allora che l’organizzazione degli spazi e dei tempi, non così essenziale, ad esempio per una attività di educazione linguistica tradizionale, diventa fattore indispensabile se l’ora di italiano si svolge nel laboratorio informatico. Gli spazi e i tempi sono correlati alla possibilità di offrire attività e modalità organizzative diverse (vedi lavori di gruppo ecc…). Nasce poi l’esigenza di modificare il rapporto di interazione tra insegnante e allievo, che diventa un rapporto di cooperazione, co-costruzione, ossia costruzione comune del sapere. Pur mantenendo la funzione di sostegno e di problematizzazione, l’adulto si affianca allo studente nel processo di apprendimento: le tecnologie sono strumenti “in divenire”, in continua evoluzione ed è impossibile rimanere al passo; spesso è lo stesso docente che apprende nuove modalità di approccio alla macchina, osservando i suoi studenti, abituati a interagire quotidianamente con il pc. Anche l’atteggiamento dell’alunno nei confronti dell’apprendimento cambia con l’introduzione dei “media” nell’attività didattica. I nostri alunni in genere non temono l’approccio alle strumentazioni tecnologiche, poiché molti di loro sono abituati ad utilizzarle a casa, come “gioco” o passatempo: crescono “in compagnia” di televisione e computer, che non sono più considerate semplici macchine, ma apparati di conoscenza, metafore di un nuovo regime mentale caratterizzato da fluidità, contaminazione, interattività. 2 2 Maragliano R., Nuovo manuale di didattica multimediale,Editori Laterza,2002

Anteprima della Tesi di Anna Santon

Anteprima della tesi: La videoscrittura: riflessione sulla lingua e produzione del testo., Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Anna Santon Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2738 click dal 05/04/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.