Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La videoscrittura: riflessione sulla lingua e produzione del testo.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8periferiche, ma soprattutto la diffusione delle pratiche di apprendimento per progetti e l’efficacia nell’integrazione della tecnologia in classe. Per i docenti è fondamentale capire che non è necessario essere esperti informatici per introdurre l’uso del computer nelle proprie attività e soprattutto che il pc non è una macchina “mangia uomini”, anzi, è una macchina creata dall’uomo, nelle mani dell’uomo e fa esattamente ciò che noi le ordiniamo di fare. Utilizzare le tecnologie in campo educativo non significa “fare informatica” (tra l’altro questa espressione non è neppure corretta: facciamo informatica anche quando schiacciamo l’interruttore per accendere la luce!) poiché si rischia di ridurre la potenzialità educativa del medium ad un mero uso strumentale, indirizzato soltanto all’utilizzo di programmi standard (vedi pacchetto Office di Microsoft), ma completamente staccato dall’attività didattica finalizzata all’apprendimento. Programmi come Intel® Teach to the Future 3 ( nella Provincia Autonoma di Bolzano ha preso il nome di “Piano Provinciale di Formazione sulle competenze informatiche e Tecnologiche del personale della scuola” sulla linea del Piano Nazionale di Formazione degli insegnanti sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione indetto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) hanno permesso di avvicinare i docenti alla tecnologia, riconoscendola come pratica didattica a tutti gli effetti, ma soprattutto come strumento atto ad aumentare le opportunità di apprendimento e l’efficacia della didattica tradizionale. I corsi, suddivisi in percorsi di vario livello (A, B, C, a seconda delle competenze dei docenti), avevano lo scopo di formare docenti all’uso delle TIC (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) a loro volta disponibili ad alfabetizzare i colleghi. L’esperienza vissuta in prima persona come formatrice per il Percorso A mi ha dato modo di verificare che la maggior parte degli insegnanti (soprattutto quelli di scuola media) hanno un enorme timore della macchina: non sentirsi completamente sicuri nell’uso, ad esempio, del mouse (il tasto destro per molti è ancora un tabù) o del programma di videoscrittura o il timore di eventuali blocchi del computer, crea nei 3 Il programma Intel® Teach to the Future (with support from Microsoft) è stato inizialmente sviluppato dall’Institute of Computer Tecnology (ICT, California, USA), un’agenzia pubblica senza fini di lucro che fornisce sistemi formativi e d’aggiornamento alle scuole e al mondo dell’industria. La localizzazione dei contenuti è stata curata dal gruppo di ricerca della Cattedra di Tecnologie dell’istruzione della Facoltà di Scienze della Formazione, dell’Università di Bologna, coordinato dal Professor Luigi Guerra.

Anteprima della Tesi di Anna Santon

Anteprima della tesi: La videoscrittura: riflessione sulla lingua e produzione del testo., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Anna Santon Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2736 click dal 05/04/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.