Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Spesso, ma non sempre, l'apparenza inganna. Reputazione e pettegolezzo come forme di controllo sociale.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione INTRODUZIONE Se uno straniero ci chiedesse di spiegargli il significato dei termini pettegolezzo e reputazione, pochi avrebbero dei problemi ad accontentarlo. Questo accade perché si tratta di qualcosa con cui interagiamo attivamente e quotidianamente. Oltre a ciò, il pettegolezzo e la reputazione sono processi in atto sin dal primo momento in cui gli esseri umani, da singoli individui, si riunirono in gruppi ed iniziarono a sentirsi membri di una stessa comunità. Si tratta quindi di fenomeni con cui impariamo a convivere sin dall’infanzia e sui quali, probabilmente, non ci poniamo troppi interrogativi, sebbene spesso ci possano sorprendere. Il senso comune ci porta a dare una definizione ingenua sia per ciò che riguarda il pettegolezzo, sia per la reputazione. Sebbene così semplici e immediati, sono processi che non siamo in grado di controllare se non in minima misura. Paradossalmente, lo stretto contatto che abbiamo con entrambe attraverso l’esperienza ci porta a dare per scontata la certezza di poterne verificare le cause e gli effetti. Gli stessi psicologi sociali ammettono di non avere abbastanza prove empiriche a riguardo. Non esistono veri approfondimenti o ricerche mirate allo studio di questi fattori complessi ed il motivo è da attribuire proprio alla loro presunta immediatezza. Ciò è vero in particolare per quanto riguarda il pettegolezzo. Nonostante questo, recentemente alcuni psicologi sociali si sono occupati del pettegolezzo in termini di confronto sociale e teoria evoluzionistica. Non bisogna comunque pensare che l’argomento non sia mai stato trattato in passato, piuttosto è corretto affermare che spesso si è sviluppato all’interno di discussioni più generali. Per quanto riguarda la reputazione, il maggior contributo proviene da Dennis Bromley, Professore di Psicologia all’Università di Liverpool e autore del trattato “Reputation, Image and Impression Management” [Bromley, 1993] da cui ho tratto numerosi spunti per questa tesi. Prima di procedere, è essenziale fornire una definizione dei termini. 1

Anteprima della Tesi di Chiara Androne

Anteprima della tesi: Spesso, ma non sempre, l'apparenza inganna. Reputazione e pettegolezzo come forme di controllo sociale., Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Chiara Androne Contatta »

Composta da 63 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5159 click dal 05/04/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.