Modelli di giurisdizione amministrativa in Italia e nei paesi dell'Unione Europea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Siamo ancora nell'ambito della giustizia ritenuta, poi l'individuazione di organi specializzati davanti ai quali le controversie si svolgevano con una istruttoria in contraddittorio, avrebbe consentito il passaggio dalla giustizia ritenuta alla giustizia delegata, cioè il passaggio dal contenzioso amministrativo alla giurisdizione amministrativa. Questo passaggio avvenne in Francia con una legge del 1872, attributiva di efficacia esecutiva alle pronunzie del Consiglio di Stato, mentre nella giustizia ritenuta l'efficacia esecutiva era subordinata al decreto del Capo dello Stato. Nel 1831 il Belgio, dopo aver acquisito l’indipendenza dai Paesi Bassi, non aveva un buon ricordo né del Consiglio di Stato napoleonico né di quello dei Paesi Bassi, respinse il sistema del contenzioso amministrativo e si orientò verso l'attribuzione al giudice ordinario delle liti con la Pubblica Amministrazione in particolare con la Costituzione del 7 febbraio 1831 si stabilirono alcuni principi enunciati nei seguenti articoli: articolo 92 “le controversie aventi ad oggetto diritti civili sono esclusivamente di competenza dei tribunali”; articolo 93 “le controversie aventi ad oggetto diritti politici sono di competenza dei tribunali salvo le eccezioni previste dalla legge”; articolo 107 “le Corti e i tribunali non

Anteprima della Tesi di Antonio Novelli

Anteprima della tesi: Modelli di giurisdizione amministrativa in Italia e nei paesi dell'Unione Europea, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonio Novelli Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3572 click dal 08/04/2005.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.