Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Intese restrittive della concorrenza e accordi di distribuzione selettiva

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 In effetti, proprio la capacità del franchising di assumere contenuti diversi, ha reso assai difficile distinguere il genus della concessione dal franchising, che esprime una tendenza a coprire l’intero ambito dei contratti di distribuzione 12 . Infatti, sia lo schema della concessione che quello del franchising rispecchiano il diffondersi di una vasta gamma di negoziazioni molto varie, difficilmente riconducibili ad uno schema unitario anche a causa delle stesse peculiarità del fenomeno distributivo, ove si operano aggregazioni e disaggregazioni sia sul versante dell’impresa che sul quello del contratto, lungo la via che franchising e concessione non riescono a coprire. Caratteristica di tali rapporti è lo spostamento della lotta per la clientela dal piano orizzontale, cioè tra imprese che producono beni o servizi in concorrenza tra loro, al piano verticale tramite la predisposizione, in aggiunta al rapporto diretto consumatore dettagliante, di un rapporto indiretto fra consumatore e produttore reso preminente, nella distribuzione, dall’impiego dei segni 12 SANTINI, Il commercio, cit., pag.150

Anteprima della Tesi di Antonio Lo Iacono

Anteprima della tesi: Intese restrittive della concorrenza e accordi di distribuzione selettiva, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonio Lo Iacono Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3634 click dal 07/04/2005.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.