Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La liberalizzazione del settore delle utilities. Opportunità o nuova minaccia per la Regione Campania?

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Nel secondo capitolo, invece, si entra nello specifico della Regione Campania. Ciò che è importante evidenziare è il contesto nel quale gli operatori del settore devono operare e del quale questi ultimi e i politici devono tenere conto per prendere delle decisioni. Si illustrano così i fattori socio-economici che caratterizzano ogni territorio: reddito pro-capite, densità di popolazione, dotazione infrastrutturale, tasso di criminalità e altri fattori culturali. Con il terzo capitolo si comincia l’analisi dei singoli comparti e, in particolare, del comparto dell’igiene ambientale che da anni rappresenta una vera e propria emergenza per la Campania e che rischia di danneggiare inevitabilmente l’immagine di una Regione che cerca di rilanciare la propria economia attraverso lo sviluppo delle attività turistiche. In tanti anni, infatti, anche se qualcosa si è fatto, il ciclo dei rifiuti non è ancora completo, soprattutto per le fasi a monte (raccolta differenziata praticamente inesistente) e per quelle a valle (ancora non sono stati realizzati termovalorizzatori). Questa situazione genera continuamente emergenze e sembra non avere vie di uscita se non coinvolgendo attivamente e informando i cittadini, i quali osteggiano con forza qualsiasi intervento risolutore. Nel quarto capitolo si parla di energia (energia elettrica e gas naturale). Ancora una volta, purtroppo, la situazione è critica: se da un lato la Regione è praticamente del tutto metanizzata, dall’altro lato la Campania importa l’80% dell’energia elettrica consumata e ciò rappresenta una minaccia per la continuità dell’erogazione. Anche qui, nella realizzazione delle nuove centrali, le opposizioni dei cittadini sono molto forti. Teniamo conto che la realizzazione delle nuove centrali a ciclo combinato oltre a consentire di risolvere i problemi della sicurezza della erogazione (con un basso impatto ambientale) avrebbe anche dei vantaggi per le imprese distributrici di gas che VIII

Anteprima della Tesi di Alfonso Ardolino

Anteprima della tesi: La liberalizzazione del settore delle utilities. Opportunità o nuova minaccia per la Regione Campania?, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alfonso Ardolino Contatta »

Composta da 216 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5435 click dal 07/04/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.