Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondi comuni azionari e obbligazionari: analisi delle performance

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

un fondo comune può trovare indicazioni su questo parametro di riferimento nel prospetto che accompagna l’offerta del fondo. Il benchmark ha diverse funzioni, tra cui quella di rappresentare l’andamento di un determinato mercato. Tale rappresentatività permette di utilizzare il parametro per meglio comprendere l’identità del prodotto offerto. É quindi indispensabile nella specificazione di un benchmark, ma oltre ad essa vi sono altri principi che devono essere rispettati. Un benchmark deve infatti possedere le proprietà di trasparenza, replicabilità e copertura. Il legame tra un fondo comune d’investimento e il benchmark corrispondente è molto stretto: analizzando il parametro di riferimento dichiarato da un fondo è possibile dedurne numerose caratteristiche, primo tra tutti il suo profilo di rischio. Alcuni gestori hanno come obiettivo quello di seguire rigorosamente l’andamento del benchmark, per cercare di non deludere gli investitori. Altri invece cercheranno di modificare la composizione del portafoglio in modo da approfittare delle congiunture positive del mercato. Nel primo caso parleremo di gestione passiva, nel secondo di gestione attiva. 9

Anteprima della Tesi di Elisa Battistini

Anteprima della tesi: Fondi comuni azionari e obbligazionari: analisi delle performance, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Elisa Battistini Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2459 click dal 07/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.