Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il knowledge management nella distribuzione moderna: strumenti e soluzioni di business intelligence

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 L’economia va incontro a un continuo processo di “dematerializzazione” contraddistinto dal primato del know-how sul capitale, che porta con sé due principali conseguenze: una riduzione dei costi, che si traduce in benessere per la società nel suo complesso, e la globalizzazione del mercato, favorita dalla facilità con cui le informazioni, i prodotti e i servizi riescono a circolare rispetto ai beni fisici. Il calo dei costi e la globalizzazione del mercato implica una spinta concorrenziale senza precedenti e una graduale diminuzione di importanza dei confini geografici. Molte organizzazioni hanno sperimentato e stanno sperimentando che i modelli convenzionali di management non sono più adeguati nel nuovo contesto strategico, caratterizzato dall’aumento dell’intensità e della complessità della competizione. Cambia la natura stessa della competizione, non essendo più sufficiente l’efficienza se non accompagnata da capacità innovativa, qualità, servizio e flessibilità. In un mercato dominato dalle caratteristiche dell’ipercompetizione, dunque, le imprese si affermano grazie all’originalità e alle capacità innovative: la differenziazione della propria offerta, la diversificazione tra i prodotti, la presenza in aree geografiche nuove e distanti. In passato la competizione tra aziende era basata in larga misura sui differenziali di costo, ma, successivamente, l’ingresso, sul mercato dei paesi in via di sviluppo con costi di produzione molto più bassi e una discreta capacità industriale hanno causato un progressivo spostamento dell’attenzione sui differenziali di competitività e sulla capacità delle imprese di migliorare i propri prodotti e servizi. Le imprese dei Paesi avanzati si devono quasi sempre confrontare sul piano dell’abilità dell’innovare e, per farlo, devono sfruttare nel migliore dei modi i fattori di “intelligenza”. E’ quindi diventato indispensabile oggi, più che in passato, gestire e valorizzare il patrimonio di conoscenza organizzativa. Per soddisfare il fabbisogno di conoscenza dell’impresa occorre realizzare un sistema di business intelligence che costituisca un efficace risposta per gestire il cambiamento ed operare con successo nel contesto competitivo. Il significato di business intelligence è legato alla parola “intelligence” che è l’abilità ad imparare, a capire una nuova situazione, la capacità ad utilizzare la ragione, l’abilità ad applicare la conoscenza.

Anteprima della Tesi di Gesualdo Gulino

Anteprima della tesi: Il knowledge management nella distribuzione moderna: strumenti e soluzioni di business intelligence, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gesualdo Gulino Contatta »

Composta da 339 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5047 click dal 11/04/2005.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.