Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La censura nel sistema cinematografico e televisivo. Aspetti legislativi, sociali e giuridici.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 particolare riferimento alla tutela dello sviluppo della personalità dei minori. Ricordiamo, a questo proposito, la sentenza del 19 febbraio 1965, n. 9 in cui la Corte Costituzionale, investita di una questione inerente l’art. 553 del codice penale, sanciva che chiunque pubblicamente incitasse a pratiche contro la procreazione o facesse propaganda a favore di esse, sarebbe stato punito. La Corte non aveva assunto una posizione del tutto chiara al riguardo. La questione era relativa al fatto che le disposizioni prese in esame erano sospettate di incostituzionalità e andavano lette come espressione del limite del buon costume, inteso come pudore sessuale. La Corte stessa non riuscì a dare una definizione definitiva e si limitò ad affermare che “il buon costume non può essere fatto coincidere con la morale o con la coscienza etica” e che dunque “rientra tra i concetti non suscettibili di una categorica definizione”. Nella sentenza n. 368 del 27 luglio 1992, la Corte affermò che il concetto di buon costume varia notevolmente secondo le condizioni storiche d’ambiente e di cultura. Considerato che si tratta di un limite, il buon costume è diretto a significare un valore riferibile alla

Anteprima della Tesi di Valeria De Rentiis

Anteprima della tesi: La censura nel sistema cinematografico e televisivo. Aspetti legislativi, sociali e giuridici., Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Valeria De Rentiis Contatta »

Composta da 443 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6774 click dal 13/04/2005.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.