Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il credito al consumo: La fattispecie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 Le restanti ipotesi di esclusioni contemplate dalla direttiva comunitaria sono riproposte dal legislatore interno, anche se con alcune differenziazioni (si rimanda ai paragrafi I.4.3.1 per il contratto di somministrazione, I.4.1.2 per le erogazioni gratuite di credito, I.4.3.2 per i contratti di locazione). Un discorso a parte deve essere fatto per l’esclusione prevista dalla direttiva, relativa ai finanziamenti concessi da un istituto di credito o da un istituto finanziario, sotto forma di apertura di credito in conto corrente non connessi all’uso di carta di credito. Infatti, tale ipotesi non è menzionata dal legislatore italiano tra le esclusioni previste dall’articolo 121 co.° 4 testo unico, ma si è preferito, per dette operazioni il regime speciale previsto dall’articolo 126 t.u. 13 . Nonostante la scelta italiana, la differenza rispetto alla fonte comunitaria sembra essere solo di rilievo formale, perché la diversa tecnica, consistente nel considerare la fattispecie in 13 Ancora A. FRISULLO, op. cit. , p. 613 ;

Anteprima della Tesi di Antonella Milillo

Anteprima della tesi: Il credito al consumo: La fattispecie, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonella Milillo Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10530 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.