Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il crack Parmalat: una truffa agevolata dal conflitto di interessi degli organi di controllo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Nel 1992 riuscì a piazzare un suo stretto collaboratore, ex politico della sinistra socialista anti-craxiana, al vertice del Monte di Parma e un altro democristiano a capo della prima banca emiliana, nata dalla fusione tra le Casse di Parma e Piacenza mantenendo così un’influenza sul modo bancario. Decaduta la democrazia cristiana Tanzi ha sempre mantenuto buoni rapporti con la sinistra sostenendo la campagna elettorale per l’Ulivo di Romano Prodi nel 1996 e quella contro Berlusconi nel 2001. Tuttavia le amicizie politiche non sono riuscite ad evitare il collasso della società, ma sicuramente hanno favorito il perpetrarsi nel tempo di una colossale truffa ai danni dei risparmiatori.

Anteprima della Tesi di Stefano Lotto

Anteprima della tesi: Il crack Parmalat: una truffa agevolata dal conflitto di interessi degli organi di controllo, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Lotto Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14420 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.