Il lavoro flessibile: progresso o recessione? Ricerca empirica nel territorio comasco.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 lavori rischiosi, veniva semplicemente retribuito con qualche danaro in più: ora, però, iniziava a rifiutarsi di continuare a vendere la propria salute. E' proprio grazie agli scioperi e alle lotte di questi anni che si giunge nel 1970 a varare una legge importante, tuttora in vigore: lo Statuto dei lavoratori. Questa legge prevede tutta una serie di diritti rivendicabili sul luogo di lavoro e legati alla condizione di lavoratore; una delle norme più importanti riguarda il licenziamento che può avvenire, contrariamente a ciò che era avvenuto fino ad allora, solo per una giusta causa, chiaramente motivata. Il periodo di crescita economica, iniziato, come abbiamo detto, verso la metà degli anni Cinquanta, proseguì fino al 1973, quando i paesi più sviluppati, compresa l'Italia, si trovarono coinvolti in una delle più gravi crisi economiche dopo quella del 1929 4 : iniziò un successivo periodo, definito di rottura, in cui l'andamento dell'economia fu altalenante e a fasi di crescita seguirono nuove difficoltà, per conoscere poi lievi riprese. A scatenare la crisi fu l'aumento del prezzo del petrolio, che determinò un aumento dei costi di produzione delle merci. 4 Il 24 Ottobre 1929 (venne chiamato il “giovedì nero”) crollava la Borsa di New York situata a Wall Strett, sede del mercato finanziario mondiale. La crisi si allargò a macchia d’olio ed ebbe effetto sul mondo intero.

Anteprima della Tesi di Luisa Fabricatore

Anteprima della tesi: Il lavoro flessibile: progresso o recessione? Ricerca empirica nel territorio comasco., Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luisa Fabricatore Contatta »

Composta da 302 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5995 click dal 27/04/2005.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.