Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione pubblicitaria nelle biotecnologie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 qualità dell’informazione veicolata e l’attendibilità che il pubblico attribuisce agli organi che erogano questo servizio. Il programma si articola partendo da una breve introduzione sulla conoscenza degli “OGM”, introduzione che mira a mettere in evidenza, quello che è l’argomento principale di tale analisi: una forte disinformazione nei riguardi di un tema di notevole attualità. In seguito sarà affrontato il problema della comunicazione e delle strategie pubblicitarie, ora utilizzate come strumento e veicolo d’informazione. Le multinazionali, affrontano in prima persona il potere dei mezzi di comunicazione e la difficoltà con cui promuovere nuove forme di consumo, ad un pubblico largamente tradizionalista. Il marketing dell’inquietudine promuove una strategia di duro antagonismo, che media la fatalistica visione promossa dagli scienziati e dai sostenitori del biotech, accusando le multinazionali di un obiettivo di mero profitto economico, totalmente svincolato dalla prioritaria ricerca di sicurezza per il consumatore. Saranno proposte ed analizzate campagne pubblicitarie riguardanti imprese leader in questo campo come Monsanto, le quali combattono quotidianamente la dura battaglia contro il pregiudizio del consumatore e le relative strategie di contrasto d’imprese, che come Coop ed Amadori tutelano la genuinità di prodotti “OGM free”. Saranno quindi esaminate quali sono le tecniche e le procedure di comunicazione e responsabilità, da parte degli organi competenti, ed il relativo problema sull’affidabilità dell’informazione attribuito alle fonti, le quali compromesse dal forte rumore mediatico, perdono totalmente la loro attendibilità, abbandonando al mero pregiudizio, la coscienza sociale. Saranno analizzate le metodologie di posizionamento e di gestione dell’informazione all’interno dei media italiani, presentando attraverso variabili quantitative e qualitative, il profondo dislivello nel relativo sostegno informativo, offerto dai mezzi di comunicazione.

Anteprima della Tesi di Marcello Ventura

Anteprima della tesi: La comunicazione pubblicitaria nelle biotecnologie, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Marcello Ventura Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2644 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.