Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dissonanza cognitiva e teorie del Sè. Modello del Sè Standard. Un contributo di ricerca

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 debba comportare con integrità morale; con 2) la cognizione di Jones di non essersi comportato con integrità morale. Se Jones fosse un bugiardo patologico lo avrebbe senz’altro saputo, non avrebbe ceduto a fenomeni di dissonanza; da bugiardo patologico, si sarebbe aspettato da se stesso un comportamento bugiardo, da qui, il suo comportamento sarebbe coinciso con le sue aspettative su se stesso. Dunque, un’importante implicazione della posizione a favore della concezione del sé è che ciò che stimola dissonanza sia, in profondità, una questione fortemente soggettiva. La dissonanza non è il prodotto di una sola o due cognizioni incoerenti; piuttosto dipende dagli elementi specificamente cognitivi che costituiscono la concezione individuale del sé, come le aspettative di comportamento che sono derivate dalle cognizioni rilevanti del sé (Thibodeau & Aronson E., 1992).

Anteprima della Tesi di Maria Elena Morelli

Anteprima della tesi: Dissonanza cognitiva e teorie del Sè. Modello del Sè Standard. Un contributo di ricerca, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Maria Elena Morelli Contatta »

Composta da 137 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7989 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.